D20 Modern

Se non sapete di cosa si tratta potete leggere l’intro alla sezione dedicata ma, per dirvelo in parole povere, il D20 é un sistema generico. Quello su cui si basano DnD e Pathfinder (ma anche molti altri giochi) e che tutti possono usare per creare giochi e ambientazioni del tutto nuove.

Il materiale originale é in inglese ma questi articoli non saranno una mera traduzione (quelle giá esistono a livello piú o meno amatoriale). Hanno piú lo scopo di una guida, per diffondere il sistema e aiutare chi ne ha bisogno a capire come usarlo per i propri progetti. Potreste voler ambientare la vostra prossima campagna di DnD nel futuro, o nel presente tecnologico e non sapete come fare oppure, non smetteró mai di dirlo, volete un gioco tutto vostro e avete bisogno di un’ossatura di regole da cui partire.

In particolare partiamo dal D20 Modern, una categoria a parte, che raccoglie le meccaniche per sviluppare materiale giocabile ambientato in contesti non fantasy (urban, storici, futuristici eccetera).

Come tutti i sistemi generici le meccaniche assomigliano, in alcuni casi addirittura sono proprio le stesse, ai loro equivalenti nei giochi che conoscete. Tuttavia vengono generalizzate e sono impostate per essere impiegate universalmente per qualsiasi tipo di avventura.

[stextbox id=”alert” float=”true”]

Il D20 system è disponibile gratis in vari file sparsi in formato RTF. Se preferite avere tutto il materiale in un solo volume ben organizzato e simile a un manuale, potete acquistare questo:

D20 system modern

[/stextbox]

  1. Le basi del sistema

 

  • La regola d’oro

La meccanica principale di un gioco di ruolo, in generale, si definisce principalmente dal modo in cui si determina il successo e il fallimento di una prova.

La vita é fatta di prove, si sa, e nel GDR tutto é una prova, che puó riuscire cosí come puó fallire. Questa é la caratteristica che distingue un GDR da una narrazione: non ci sono solo persone che recitano o raccontano cosa fanno ma ci sono persone che affrontano delle prove.

 

La meccanica di tutto il sistema D20 Modern puó essere cosí definita:

Il personaggio dichiara che azione vuole compiere (qualsiasi azione che non vada contro la fisica dell’ambientazione è “provabile”)

L’arbitro stabilisce a quale abilitá la prova corrisponde

L’arbitro stabilisce se vi siano delle circostanze che possono rendere piú facile o difficile la prova (date dal personaggio, dalla situazione, dall’ambiente ecc.)

Il giocatore tira un D20 (dado a 20 facce) e aggiunge/sottrae i modificatori appropriati che riassumono in forma di numero eventuali vantaggi e svantaggi.

Il risultato finale viene confrontato dall’arbitro con un numero bersaglio che identifica la difficoltá della prova.

L’arbitro comunica se la prova ha avuto successo

 

Determinare successo e fallimento davanti a una prova

Se il risultato della prova è maggiore o uguale al numero bersaglio, allora la prova è riuscita.

Mettiamolo in formula:

d20 + modificatori >  numero bersaglio + modificatori  —– prova superata

d20 + modificatori <  numero bersaglio + modificatori  —– prova fallita

 

Se il risultato é un 20 secco (dicesi naturale), allora la prova é un successo automatico indipendentemente dalla difficoltá.

Se il risultato é un 1 naturale, allora la prova é automaticamente fallita.

 

Esempio:

il vostro personaggio deve saltare una buca.

Ok, perfetto, é una prova da affrontare quindi determiniamo cosa bisogna fare.

Il giocatore tira il d20. Mettiamo che faccia un 15 (buono!).

Ora bisogna aggiungere i modificatori. Per determinare i modificatori é necessario che l’arbitro capisca che tipo di prova è, e quali vantaggi/svantaggi intervengono. Innanzitutto, tutte le prove sono riconducibili ad una abilitá, quindi, su quale abilitá si basa la prova? Probabilmente la destrezza (delle abilitá parleremo meglio nel prossimo articolo).

Supponiamo che il suo modificatore di destrezza sia 2. Quindi al tiro del dado il giocatore aggiungerá il suo modificatore di destrezza piú altri eventuali modificatori che dipendono dalle regole del gioco.

15 + 2 = 17

Questo risultato va comparato alla difficoltá della prova decisa dall’arbitro. Supponiamo che fosse una buca non tanto grande che una persona media senza inciampare potrebbe superare, la difficoltá potrebbe essere 15.

17 vs 15 il giocatore vince!

 

D20 modern il sistema

I dadi e un po’di matematica del gioco di ruolo

Il sistema D20 usa sette tipi di dadi

d4 = dado a quattro facce

d6 = dado a sei facce

d8 = dado a otto facce

d10 = dado a dieci facce

d12 = dado a dodici facce

d20 = dado a venti facce

d% = dado percentuale (tranquillamente sostituibile con due dadi da 10)

 

Tiro del dado % usando 2d10 (2 dadi da 10 facce)

Tirare un primo dado dichiarando prima del tiro che il risultato sono le decine, poi tirare il secondo dichiarando che si stanno tirando le unitá. Il risultato é la percentuale.

 

Arrotondare

I risultati frazionati si arrotondano sempre per difetto.

Sí, sempre, anche quando sono 8 virgola 8. La prossima volta impari a fare 9 e basta.

 

Moltiplicare

Quando dovete applicare un moltiplicatore (ad esempio x2) ad un numero, quel numero viene moltiplicato normalmente.

Quando ci sono diversi moltiplicatori che si applicano allo stesso numero, allora il moltiplicatore da applicare é pari alla loro somma -1

Esempio:

Questo “bonus” aggiunge al tiro un moltiplicatore x2  –> non cambia nulla, prendete il numero e moltiplicatelo per 2

Questo “bonus” aggiunge un moltiplicatore x2 e ques’altro un altro moltiplicatore x3 –> prendete tutti i moltiplicatori e li sommate (risultato 5) e togliete 1 (risultato 4). Quello é il numero per cui dovrete moltiplicare il vostro risultato realmente.

Non guardatemi cosí, é la matematica bellezza!

 

The keykeeper

[stextbox id=”info” caption=”Tips” float=”true” align=”right”]

Vi piace l’idea di creare giochi di ruolo completamente nuovi grazie a un sistema generico?

Date un’occhiata a questo gioco per capire quello che il D20 permette di fare!     Gamma World

[/stextbox]

 


Potete scaricare questa parte del regolamento qui: Basics

Disclaimer

This material is Open Game Content, and is licensed for public use under the terms of the Open Game License v1.0a.

Leggi l’informativa legale qui: legal Information and License

 

1 Comment

Leave a Comment