Un punto della situazione e una lista della spesa. Vediamo chi c’era al padiglione games e quali giochi di ruolo sono ci hanno fatto gola in questa edizione di Lucca Comics & Games 2015

Questo non è propriamente un post per gli addetti ai lavori, per chi sa già tutto e si muove perfettamente nei meandri di editori, publishers, case eccetera. Forse può comunque tornare utile, una bella lista della spesa non fa mai male, però è più che altro un post per chi è stato a Lucca Comics & Games a metà tra l’appassionato, l’amatore e il profano e si è innamorato. Si è innamorato di un mondo fatto di storie ed epiche avventure, di apocalisse e di balle spaziali. Di un mondo fatto di persone che sanno di stare dentro allo stand delle case più importanti, ma che sanno anche di essere prima di tutto giocatori e quindi sono sempre gentili, alla mano con tutti e contenti di fare amicizia.

Il mondo dei giochi di ruolo  ci piace perché è così, il mondo dei giochi di ruolo è il mondo dei giocatori che giocano a quei giochi dove non vince mai nessuno, e quando ti innamori non ne puoi più fare a meno.

Senza pretendere di essere esaustivi al 100% (non me ne vogliano i non citati, se mi lasciate un commento posso rimediare subito!) vogliamo regalare una lista della spesa a tutti questi nuovi innamorati che sono appena tornati da Lucca e, dopo la foga del momento, dopo mille cose viste e assaggiate, hanno bisogno di fare mente locale su chi c’era e quali giochi si sono visti. Alla fine nessuno può averli comprati tutti, ma magari qualcuno vuole iniziare a interessarsi, a cercare quel gioco bellissimo che non si è potuto portare a casa subito, a cercare informazioni su quell’editore dove tutti erano così simpatici.

Questo articolo è stato anche un bel punto della situazione anche per noi. Un po’nostalgico a dire il vero, perché per noi significa un anno ludico che si è concluso e uno nuovo che da oggi si apre ufficialmente. A noi stessi e a tutti i colleghi, un po’come se fosse Natale, auguriamo un grandioso “nuovo” anno di giochi di ruolo, vivo, vitale, denso di progetti e di soddisfazioni per tutti.

Ma adesso veniamo a noi. Andiamo in ordine più o meno alfabetico e rivolgiamo la nostra attenzione al solo mondo dei giochi di ruolo, che di per sé è vastissimo. Ci piacerebbe poter includere anche tutto il mega sconfinato mondo dei giochi da tavolo ma, probabilmente, ad ottobre del prossimo anno saremmo ancora qua. E allora limitiamoci ai GDR, al tema centrale del nostro sito e alle nostre vecchie e meno vecchie conoscenze. Vediamo chi era presente  al padiglione Carducci (games) e quali cose degne di nota ci ha saputo regalare. Naturalmente ogni editore, ogni casa, distributore, ecc. annovera tra le sue fila, nella sua storia, molti, a volte moltissimi progetti diversi, non intendiamo qui elencare tutto ma solo le succose novità che durante l’anno ludico passato abbiamo tanto atteso, quelle di cui abbiamo parlato soprattutto, e i grandi pezzi che, appunto, hanno saputo farci innamorare del mondo dei giochi di ruolo.

Acchiappasogni

Editrice Acchiappasogni è sempre più nota grazie soprattutto a Musha Shugyo, il sistema per giocare di ruolo in qualunque setting dedicato al combattimento e all’azione. Questo sistema ha dato vita a numerosissimi settings e ambientazioni, fra cui Noi Loro, novità di questa edizione. Speriamo di vedere presto nai loro stand anche Darkmoor RPG, novità Kickstarter avviata a settembre.

Alephtar Games

Conoscete RuneQuest? Sulla loro pagina potete trovare informazioni sulla sesta edizione in Italiano di questo famosissimo gioco, intanto noi a Lucca 2015 li abbiamo adorati per Il Richiamo di Gatthulhu, di cui avevamo pubblicato un articolo qui, il gioco di ruolo in cui i felini salvano il mondo dai grandi antichi, e con questo ho detto tutto.

Coyote press

Avevamo già parlato della loro collana di brevi giochi di ruolo nell’articolo qui dedicato ad Hell for Z, novità della fiera. Ma vogliamo ricordare anche Precious, un gioco educativo sulle molte sfaccettature della pena di morte, Coma, un altro mini GDR per 2 persone finemente illustrato della stessa collana di Hell for Z e poi le altre 2 chicche di questa edizione: On Mighty Thews (racconti di spada e di negromanzia) e Chronicles of Skin, un gioco di ruolo che combina i suoi dettami con quelli del gioco di carte narrativo.

De Rerum Natura

De rerum Natura è un gioco di ruolo Sci-Fi d’esplorazione, in visita a Lucca con un nuovo modulo.

Dreamlord Press

La Dreamlord è arrivata a Lucca con un bagaglio molto ricco di novità. Accanto ai manuali base, più classici, dei loro giochi si trovavano anche un nuovo manuale per Fate e un’espansione per Evolution Pulse di cui avevamo parlato qui, più 2 belle collaborazioni: Puppet Heresy e i Miti di Korcol. Inoltre, Back Box Games era presente, oltre che con Evolution Pulse, anche con Dunqora, il loro setting fantasy per Fate Accelerato.

Eleven Aces

Schiavi delle Maree è stata la grossa novità di questo gruppo, padre del famosissimo Nameless Land, gioco post apocalittico di cui schiavi delle maree rappresenta una corposa espansione.

Elish

Più che un gioco di ruolo vero e proprio, Elish è un gioco di narrazione, più vicino all’improvvisazione teatrale con botta e risposta che ai dettami pen and paper coi dadi a cui alcuni di noi sono più abituati.

Giochi Uniti

Giochi uniti è quel distributore che aveva uno stand totalmente gigantesco, vi ricordate? Ecco, sappiate che Giochi Uniti ha una particolare affezione per il gioco in scatola, ma anche per il gioco di ruolo non scherza. Ci avete trovato Pathfinder (suo grande must per quanto riguarda la distribuzione) con un manuale nuovo nuovo in italiano. Ma s volete approfondire anche altri giochi distribuiti o rivenduti da loro potete tenere presente Warhammer Fantasy Roleplay e Warhammer 40000, Dark Heresy ma anche Sulle Tracce di Cthulhu e molta altra roba.

Jolly Troll (e GG studio)

Jolly Troll (il negozio) e GG studio sono legati a doppio filo dal nome di Savage World. Oltre a tanto materiale dedicato a molti giochi ed elementi del mondo ludico si trovavano alcune nuovissime perle del mondo italiano dei Mondi Selvaggi. In particolare, ne avevamo parlato anche noi qui e qui, avete trovato Kata Kumbas e East Texas University insieme ad altre belle novità come Nemezis, Rutenia Macabra per Ultima Forsan e Mercs

Limana Umanìta

Qui a Lucca hanno portato un’espansione per Brass Age il gioco di ruolo, gdr ambientato in epoca vittoriana dalle fortissime influenze steampunk.

Make Believe Games

Lo storico autore del mondo di tenebra Mark Rein-Hagen era presente per presentare la sua ultima fatica: I Am Zombie, di cui abbiamo fornito una review qui, un gioco di ruolo che è anche per buona parte gioco da tavolo dove ai classici zombie è fornita una vera e propria coscienza.

Mini G4m3s Studio

Mini G4m3s Studio ha portato con sé due prodotti degnissimi:

Drizzit, uscito a Lucca 2014 e nel 2015 candidato al premio come gioco di ruolo dell’anno, che è basato sul famoso web-Comic di Bigio e riformula in chiave umoristica i dettami più classici dei gdr fantasy.

Walkthrough, divertentissima sorpresa di quest’anno. Ne abbiamo parlato qui. Walkthrough vuole portare in chiave gdr cartaceo le meccaniche dei classici giochi di ruolo giapponesi da consolle, i JRPG alla Final Fantasy per intenderci.

Mutant Chronicles Italian Club

Era presente per rappresentare l’intero mondo di Mutant Chronicles, compreso il gioco di ruolo ovviamente!

Narrattiva

Probabilmente non fa parte del più giocato mainstream, ma Narrattiva, negli anni, ha portato con sé piccoli giochi destinati a diventare piccoli pezzi di storia. Di loro ricordiamo Bacchanalia, gioco narrativo in cui si impersona un reo accusato di un crimine contro l’impero in fuga col suo amore, e Cani nella Vigna, che più che un gioco di ruolo è un intensissimo caso editoriale. E poi non possiamo non parlare di Dungeon World, nella sua edizione italiana, un gioco ispirato ai mondi di Dungeons & Dragons.

Raven Distribution

Qui andiamo sul pesante, perché allo stand della raven s’è trovato di tutto e di più! Se è praticamente impossibile essersi lasciati scappare, negli anni, cose grosse come Vampire e Kult, beh, quest’anno non possiamo non citare un gioco che una cosa grossa è destinato a diventarla: Anime e Sangue, gioco dal sapore e dalla meccanica decisamente particolari che abbiamo presentato qui, insieme alla web serie la strada verso casa, che sta vedendo la luce proprio adesso.

Serpentarium

Serpentarium non era presente solo con un’espansione per il loro caposaldo, Sine Requie (nello specifico parliamo del Paese dei Balocchi, menzionato qui), ma a metà anno ha stupito tutti con l’annuncio di una nuova creatura, Alba di Cthulhu (ne abbiamo parlato qui), un nuovo gioco che usa le carte al posto dei dadi e che introduce per la prima volta il mondo di Cthulhu in ambiente noir.

Tin Hat Games

La Tin Hat arriva a Lucca anche quest’anno con una corposa espansione per il suo gioco #urbanheroes. Count Down porta con sé un nuovo pezzo di storia da accodare ai fatti delle precedenti uscite per questo gioco di ruolo dedicato alla versione più umana e dolorosa dei supereroi, inseriti in un ambiente urbano alla whatchmen. Qualche giorno prima di Lucca abbiamo anche presentato un’intervista all’autore che potete leggere qui.

Vincent Books

Ok, abbiamo barato, Vincent Books non “spaccia” giochi di ruolo come le altre case, ma….Lupo Solitario 29! Vi Prego, se avete avuto un’infanzia, non potete non prestare attenzione a Lupo Solitario 29!

Wild Boar Edizioni

Questa casa ha una bella tradizione di giochi su licenza, come DungeonSlayer, ma a Lucca si difende più che bene con produzioni originali come Apocalypse Slayer, basato sullo Slay Engine, o Alice in Steamland, basato sul romanzo Alice nel paese delle Vaporità.

Wyrd Edizioni

Ultima, ma come si dice sempre non meno importante, la Wyrd è presente da grande vincitrice del gioco di ruolo dell’anno con Numenera e con le sue gran belle novità in italia: The Strange e La Guardia dei Topi a cui abbiamo dedicato anche degli articoli qui e qui.

 

Leave a Comment