Questo è uno di quei Kickstarter che appena lo scopri ti porta immediatamente una precisa sequenza di pensieri nella testa:

  1. Ommioddio, voglio assolutamente sapere che cos’è
  2. Ommioddio, questa cosa non posso assolutamente tenermela per me, devo pubblicarci qualcosa per forza!

Sulla foto di testa ci sono Babbo Natale versione Rambo, uno yeti, degli alieni ed altra roba che ti fa decisamente venire voglia di cliccare sul filmato di presentazione della campagna.

Se volete verdervelo lo trovate qui:

 

Alle spalle del creatore che ci presenta la campagna potete notare la vera fonte di tutto ciò: Santa Claus Conquers The Martians.

Un film del 64 dove, a quanto pare, ai marziani viene la brillante idea di rapire Santa Claus per portare doni anche ai loro bambini. Veramente strano che questa cosa mi sia sfuggita, ammetto con mia somma colpa di non averlo mai visto (eppure di film del genere ne ho una collezione), tant’è che se volete informarvi per Natale, vi regalo anche il link a IMDB con la scheda del film:

Eccola qui

http://www.imdb.com/title/tt0058548/

Ma adesso parliamo un po’ del gioco…

 

north warsNorth Wars – The Martian Conquest • La Campagna

Come dicevamo si tratta di un gioco di ruolo liberamente ispirato al film Santa Claus Conquers The Martians e basato sul sistema FATE.

Il gioco, qualora terminasse positivamente la campagna, sarà distribuito (approssimativamente attorno a Marzo 2016 secondo le previsioni) da Grim Games, la casa che lo ha creato, in formato Pay What You Want.

Questo significa che se donate anche solo 1 dollaro, avrete la versione digitale in PWYW e, quindi, potrete eventualmente donare di più in un secondo momento, anche se non sarete obbligati a farlo.

Nel gioco sarà compresa l’ambientazione completa, mostri, nemici, personaggi e pure un’avventura introduttiva (Twas The Fight Before Christmas).

Il tutto consiste nell’impersonare un umano o una creatura incantata come uno yeti, un elfo, uno spirito del ghiaccio, e andare a difendere il Nord dall’invasione dei marziani. Potrete essere anche Babbo Natale stesso se volete, oppure una qualunque creatura di vostra invenzione, come quel simpatico Teddy Bear coi coltelli del filmato.

Sì, io vorrei proprio essere Teddy Bear coi coltelli!

Comunque…

La storia del mondo è di quelle epiche, degne delle più classiche mitologie:

ci fu un tempo in cui la magia fu proibita nel mondo, proprio mentre l’uomo usciva dalla sua età più buia. In quel tempo elfi e umani simpatizzanti dovettero cambiare aria e cercare lidi migliori all’estremo Nord.

Ma la vita non è facile se sei un piccolo elfo o un uomo vagabondo in terra straniera, ci sono temibili autoctoni da affrontare per guadagnarsi un posticino! E quindi guerra fu, tra umani, elfi, yeti e spiriti del ghiaccio.

Poi nacque Nicola. Che detto così suona come una brutta canzone di Sanremo, e quindi diremo Nischolas.

E poi nacque Nicholas.

Nicola, Nischolas, aveva un piano per portare la pace: nell’unica notte dell’anno in cui il confine tra magia e umanità si fa più sottile (ma quella notte non era Halloween? Boh) lui compie,con l’aiuto della magia, la sua impresa più grande; ogni anno porta doni a tutti i bambini del mondo degli umani.

La pace sembra regnare serena finchè…

north wars the martian conquest

L’immagine qui sopra viene direttamente dalla pagina del Kickstarter, a questo stesso punto della narrazione, ma era talmente divertente che non potevamo noon usarla.

Comunque dicevamo…

La pace è ahimè destinata a durare poco, perchè il fatto che Nischolas, ogni anno, per una notte all’anno possa girare il mondo intero, entrare in tutte le case, nessuna esclusa, e prendere doni per tutti da un sacco infinito, è comunque un po’inquietante già di suo come cosa, figuratevi quante migliaia di implicazioni più e meno malvage ci si possono vedere.

Infatti a questo punto arrivano i marziani, che da tanto tempo tengono d’occhio la terra. Sono ormai troppo a corto di risorse e, se vogliono sopravvivere, devono trovare il modo di sfruttare il nostro ridente pianeta. Naturalmente potete immaginare che quando i marziani si imbattono nella simpatica tradizione di Babbo Natale, pensano di buttarcisi a pesce.

Il piano è lampante: conquistare il nord, impadronirsi dei mezzi di Babbo Natale e della sua ghenga, entrare nelle case di tutti i terrestri una volta l’anno, in una sola notte, e nascondere un’intera armata nel sacco della slitta volante. Perfetto.

A questo punto si inserisce la nostra missione. Riusciranno i nostri eroi ad evitare che i marziani vincano e a salvare il Natale? Perchè ricordate che potete fare tutte le battaglie che vorrete, ma alla fine la cosa che conta è che ogni anno il Natale abbia luogo secondo il rituale.

north wars fateIn conclusione…

Il gioco è una roba davvero divertente, visto, piaciuto, comprato, ok, quando arriva la mia copia digitale?

Unico problema? Dover aspettare fino a Marzo, o peggio, per leggerlo.

La campagna di certo ha pochissimi Pledge ma non c’è proprio nulla di pretenzioso nel gioco, che per solo 1 dollaro vi permette di accollarvi del sano divertimento natalizio.

Potrebbe anche rivelarsi la vaccata del secolo ma anche solo l’idea mi suggerisce tutta una serie di immagini da B-Movie fantascientifico che vorrei giocare subito. In più c’è comunque dietro il lavoro di qualcuno che si è impegnato e divertito nel farlo, e non lo diciamo perchè vogliamo ricevere la cartolina natalizia promessa a chi parlerà del gioco, lo diciamo perchè gli strambi speciali natalizi ci fanno divertire da matti fin dai tempi de I Kiss Salvano Babbo Natale!

Ah, naturalmente se volete finanziarlo, la campagna la trovate qui: https://www.kickstarter.com/projects/freshoutgames/north-wars-the-martian-conquest-a-fate-rpg




About the author

Michela Bonelli

Amo la natura, il mio orto, i miei gatti e la vita frugale. Ma soprattutto i fiumi di inchiostro, la birra e il suono dei dadi che rotolano.

Leave a Comment