Le cose stanno così: a partire da giovedì Paradox ha ufficialmente acquistato White Wolf da CCP games fondando una nuova casa che ora porta il nome di White Wolf Publishing. Lo hanno annunciato le “monday notes” della Onyx Path Publishing nell’articolo che potete leggere per intero qui: http://theonyxpath.com/a-pair-of-ducks-bought-white-wolf-monday-meeting-notes/

Negli ultimi tempi era già abbastanza chiaro come la collaborazione tra CCP e White Wolfe non stesse andando propriamente per il verso giusto fino alla notizia della cancellazione del progetto per World of Darkness MMO (il massive multiplayer online game su cui la casa aveva sudato sangue per anni).

Ma noi ci occupiamo di giochi ruolo, non di online games, quindi quello che a noi interessa è il destino piuttosto di Onyx Path Publishing, quindi c’è chiedersi, tutto ciò a cosa porta?

Onyx Path si “sganciò” dalla CCP tempo fa, rimanendo comunque sotto la sua ala e dovendone chiedere il consenso, ma potendo comunque andare ad occuparsi di tutta la fetta del gioco di ruolo che la compagnia White Wolf era un po’troppo occupata con l’online per continuare a gestire. Questo, ovviamente, per raccontare la storia in due parole e spiegare che cosa, questo cambiamento, andrà a toccare. Cioè quasi nulla al momento.

Insomma, per la White Wolf sembra fosse giunto il momento di portare i suoi progetti per computer altrove e la Paradox, dopo Pillars of Eternity,  aspettava a braccia aperte. Questo già di per sé sembra essere un cambiamento in positivo per la compagnia, e tutti noi speriamo che una realtà svedese come quella della Paradox possa portare una boccata d’aria fresca. Tuttavia dobbiamo anche tranquillizzare tutti i fan che al momento stanno entrando nel panico per la decisione ufficializzata in questi giorni: come spiegavamo sopra, Onyx Path non era fisicamente posseduta da White Wolf, ma solo detentrice della licenza per produrre liberamente progetti come i giochi per World of Darkness e Exalted, nonché molti altri. Onyx Path ha sempre dovuto chiedere il benestare e l’ultima parola sui suoi progetti, e sembra che possa essere così anche per il futuro, ma questo non prescinde dalla sostanziale indipendenza di questa casa che ha tutte le intenzioni di continuare per la sua strada e tenere alto il suo nome e la sua presenza nel panorama dei giochi di ruolo.

Niente da segnalare allora, per il momento, certo se ci dovessero essere successivi sviluppi nella nuova collaborazione, beh, sapete che vi terremo informati!




Leave a Comment